Celebriamo insieme suor Maria Troncatti, nuova beata della famiglia salesiana

 

Non capita tutti i giorni di celebrare una nuova beata e incontrare i vertici mondiali di due grandi congregazioni religiose, ma questo è ciò che accade giovedì 29 novembre 2012 nella Basilica del Sacro Cuore di Gesù a Roma.

Programma 

Locandina della preghiera in onore della beata Maria Troncatti (Basilica del Sacro Cuore di Gesù a Roma, 29 novembre 2012)Alle ore 18 don Pascual Chàvez Villanueva, Rettor Maggiore dei Salesiani di Don Bosco (SDB), presiede la solenne Celebrazione eucaristica in onore di Maria Troncatti, missionaria delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), che il 24 novembre viene beatificata in Ecuador.

Parteciperanno, insieme ai giovani della Comunità del S. Cuore, i volontari del Movimento Giovanile Salesiano (MGS) del Lazio e dell’Umbria

Alle ore 19,15  incontro  con il Rettor Maggiore dei Salesiani e con madre Yvonne Reungoat, Superiora generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), congregazione femminile – quasi 14.000 suore nei cinque continenti – fondata da S. Giovanni Bosco e S. Maria Domenica Mazzarello. Suor Yvonne darà ai giovani il tradizionale saluto della “buonanotte” secondo la tradizione salesiana.

Seguirà una merenda e l’augurio per l’Avvento ormai imminente. La conclusione è prevista alle 20 con i saluti finali.

Chi è la beata Maria Troncatti 

Locandina della cerimonia di beatificazione di suor Maria Troncatti FMA (Macas, Ecuador, 24 novembre 2012)

Locandina della cerimonia di beatificazione di suor Maria Troncatti FMA (Macas, Ecuador, 24 novembre 2012)

Nata nel 1883 a Corteno Golgi, in provincia di Brescia, da una modesta famiglia contadina, sin da giovanissima mostra un profondo senso religioso unito a un carattere vivace e a una brillante intelligenza.

Novizia presso le FMA non appena maggiorenne, pronuncia i voti nel 1908 a Nizza. Durante la prima guerra mondiale è infermiera presso l’ospedale militare di Varazze, dove assiste i feriti di ritorno dal fronte.

Da sempre avverte la vocazione alla missionarietà, che realizza nel 1922 recandosi in Ecuador, dove trascorrerà il resto della sua vita con gli indios Shuar, popolazione nativa della regione amazzonica.

Fra loro sarà infermiera e medico, dentista e anestesista, ma soprattutto amica fraterna e paziente catechista, con il dono totale di sé che culmina, nell’agosto del 1969, nella morte in un incidente aereo a Sucua.

Nelle settimane precedenti, di fronte al riaccendersi del conflitto tra coloni e indios, suor Maria aveva presagito la sua fine imminente, da lei offerta a Dio quale sacrificio di riconciliazione tra i due popoli.

Viene dichiarata Venerabile nel novembre 2008. Il suo corpo riposa a Macas, alle pendici delle Ande, nel territorio da sempre appartenente ai suoi amati Shuar.

 

Altre risorse su  Maria Troncatti

Per conoscere meglio la vita e le opere della beata Maria Troncatti suggeriamo questo articolo oppure questa scheda informativa, più dettagliata e “tradizionale”.

Un altro ottimo supporto è questo video disponibile sul canale YouTube della congregazione delle FMA (l’audio è in italiano):

This entry was posted in Old and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.