Formazione famiglia salesiana

Ascoltare ed accompagnare i giovani

Il 29 ottobre la Famiglia Salesiana del Lazio ha organizzato un incontro formativo dal titolo: Coltiviamo l’arte di ascoltare e di accompagnare, in vista della Strenna 2018: In cammino verso il Sinodo dei giovani. Don Karim Madjidi, dopo aver presieduto la celebrazione eucaristica in Basilica, ha svolto la lectio divina sul brano della Samaritana, sottolineando che la donna cambia la sua vita incontrando Gesù. In seguito, don Luis Roson ha presentato il tema: Ascoltare ed accompagnare i giovani, analizzando quattro nuclei: il bisogno di essere ascoltati; le regole del buon ascoltatore; gli ostacoli dell’ascolto; i giovani da ascoltare. Un buon ascoltatore, ha ricordato don Luis con una metafora, deve ascoltare “il grano che cresce”; icona per eccellenza di chi sa ascoltare è l’episodio evangelico di Emmaus, nel quale Gesù ascolta i suoi discepoli e si affianca a loro, cammina con ciascuno di essi. Riguardo all’accompagnamento dei giovani, esso richiede all’educatore di avere una personale libertà interiore ed una integrazione affettiva, l’arte di intercettare lo Spirito che agisce nel cuore dei ragazzi, la capacità di garantire processi e di creare le condizioni favorevoli per la crescita del giovane. Pregare ed accompagnare, ha concluso don Luis, equivalgono rispettivamente a mettersi a disposizione del Signore e di coloro che Egli ci affida.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.