PROFONDITÀ, proposte per approfondire la fede…

 

INCONTRI CON GESÙ

Veronica, NOVEMBRE 2016:
Mi chiamo Veronica, ho 23 anni e mi sono trasferita a Roma due anni fa (prima, infatti, vivevo in un paesino di mare vicino Roma insieme ai miei genitori, ai miei fratelli e mia sorella, che tuttora stanno lì). Ho conosciuto il Sacro Cuore nel marzo 2014, quando ho iniziato a fare servizio di distribuzione dei panini ai senza fissa dimora della stazione Termini. Dopo pochi mesi, ad ottobre, ho accettato l’invito a partecipare agli ”Incontri con Gesù“, un ciclo di incontri alla (ri)scoperta della fede, o meglio un cammino in cui si fa un’esperienza grande … L’esperienza di sentirsi Amati da una Persona: Gesù, ovvero Dio Padre che si è fatto uomo, vivendo la nostra stessa natura umana, ed è morto e Risorto per mostrarci il Suo Amore infinito per noi. Premetto che prima di iniziare a partecipare agli Incontri con Gesù avevo già scoperto la fede. Avevo, infatti, incontrato Gesù nell’infanzia durante un anno in cui ho sofferto molto: all’età di 10 anni ho dovuto mettere un busto alla schiena che mi bloccava dal bacino al collo, impedendomi di piegarmi, saltare e correre come tutti gli altri bambini facevano. Per di più, in classe venivo derisa alla spalle. È stata proprio in quella sofferenza che ho incontrato Gesù: come mia nonna mi diceva di fare, la sera mi inginocchiavo a pregare nella mia stanza … E nel silenzio e nella semplicità di quei momenti e di quelle preghiere ho scoperto la presenza di Gesù accanto a me, per consolarmi. Lo sentivo tanto vicino a me, proprio come un amico – che non tradisce però – e ho iniziato a confidare a Lui le mie sofferenze. Dopo quell’anno, la mia fede è sicuramente cresciuta grazie alle catechesi di alcuni sacerdoti, momenti preghiera, esperienze spirituali per giovani, e naturalmente grazie all’Eucarestia, la Confessione, la preghiera personale e la conoscenza della Parola di Dio (Antico e Nuovo Testamento). Quando sono giunta al Sacro Cuore, però, ho scoperto e sperimentato una nuova dimensione della fede: una fede che diventa servizio concreto per i fratelli più deboli – i poveri, i senza fissa dimora, i rifugiati, i malati – ma anche tutti coloro che sono poveri nello spirito e hanno una di quelle infermità che sono invisibili agli occhi (per esempio la depressione, il senso di vuoto, la paura del domani, la perenne insoddisfazione di ciò che si possiede, l’ansia e la mancanza di senso e orientamento per la propria vita). Gli Incontri con Gesù, dunque, sono stati il grande dono per poter approfondire questa dimensione della fede, di servizio per gli altri. Ma non solo … Gli Incontri con Gesù nascondono tanti doni e tanta bellezza. Innanzitutto, sono rimasta colpita dal concreto riferimento e approfondimento, ad ogni incontro, di una dimensione della nostra umanità. Questo permette di scendere in profondità, entrare dentro di sé – il che è indispensabile per poter scoprire di avere un Padre che ci ama e farne esperienza. È molto bello anche ascoltare cosa dice Gesù e vedere il modo in cui Lui ha vissuto le nostre stesse esperienze umane, grazie alla lettura della Parola di Dio, in particolare il Vangelo – che racconta la vita di Gesù. Naturalmente la lettura del brano della Parola di Dio viene guidata da una persona (sacerdote/suora) che ci aiuta a comprendere il senso, a volte complesso, di quelle parole, e suscita in noi la preghiera e la meditazione, per entrare nel nostro cuore e ascoltare la voce e il messaggio di Gesù. Il terzo aspetto bello e arricchente degli Incontri con Gesù è la testimonianza di una persona che ha già partecipato a questi incontri. È un dono prezioso quello di poter vedere le meraviglie che Gesù compie nella vita di queste persone che hanno aperto il cuore a Gesù, smettendo di “camminare alla cieca” e affidando il timone della propria vita a Lui. Il Signore, infatti, ha un progetto di Amore e felicità per ciascuno di noi. Lui è la nostra vera Pace, ma poiché ci Ama ci lascia liberi – liberi di decidere se accettare o rifiutare di credere in Lui, nella Sua presenza in mezzo agli uomini, nel Suo Amore … E per finire, l’incontro con Gesù prevede un momento di preghiera alternata da canti, silenzio, gesti simbolici che favoriscono l’incontro e il dialogo con Gesù, che è il primo a cercarci e desiderare di entrare nel nostro cuore per riempirlo del Suo Amore, quell’Amore che allontana ogni paura e preoccupazione.
Per me gli Incontri con Gesù sono stati un’esperienza meravigliosa. E i momenti che mi hanno toccato di più nel cuore sono stati proprio i momenti di preghiera: occasioni speciali d’incontro con Gesù, momenti d’intimità e di dialogo con Lui, nei quali mi sono sempre sentita ricolmata della Sua Pace e soprattutto del Suo Amore … Un Amore che sana le ferite e indica la via da percorrere per una vita di pienezza e di gioia: amare e donare la vita a Gesù e ai fratelli anche fino alla croce, come Egli stesso ha fatto e fa con noi, ogni giorno e ogni attimo della nostra vita.

 

ADORAZIONE EUCARISTICA

Arber, NOVEMBRE 2016:
Ciao, sono Arber. Ho 24 anni e svolgo il Servizio Civile Nazionale presso il Sacro Cuore da settembre 2016. Frequentavo già da prima il Sacro Cuore, partecipando ad alcune attività proposte per i giovani, tra cui l’Adorazione Eucaristica, che avviene il giovedì sera nella Basilica. Lo scopo di questa Adorazione è di riunire i giovani che frequentano il Sacro Cuore, e chiunque volesse prenderne parte, in un momento condiviso di incontro con il Signore. L’incontro inizia con l’arrivo dei partecipanti, che si siedono in cerchio, rivolti verso l’Ostensorio. Viene letto il vangelo della domenica seguente, al quale segue un commento, oppure ci sono dei momenti di riflessione o di discussione, il tutto animato da noi giovani. La preghiera inizia con un canto, seguito da noi ragazzi e dai chitarristi, per poi giungere ad un momento di silenzio ed arrivare alla profondità della preghiera. Perché partecipo? Sento la necessità di dedicare almeno una volta a settimana, in comunione con persone a me care, dei momenti di riflessione spirituale al Signore.

 

RITIRI SPIRITUALI